Giovanni Perlingieri è un giurista italiano. Laureatosi in giurisprudenza all'Università di Napoli “Federico II” nell'anno accademico 1998/99 con il voto di 110/110 con lode e plauso della commissione.

Giovanissimo vince all'unanimità il concorso di Ricercatore all’Università di Salerno, in seguito, sempre all'unanimità, sia il concorso di Professore associato all’Università di Cagliari (commissione composta dai Proff. Antonio Masi - Università La Sapienza di Roma -, Andrea Belvedere - Università di Pavia -, Mario Nuzzo - Università Luiss Guido Carli di Roma -, Mauro Bernardini - Università di Bologna -, Angela Lezza - Università di Bari -), sia il concorso di Professore ordinario (nel 2004) all’Università di Padova (commissione composta dai Proff. Giovanni Gabrielli - Università di Trieste -, Adriana D’Antonio - Università di Padova -, Antonio Masi - Università La Sapienza di Roma -, Michele Tamponi - Università Luiss Guido Carli di Roma -, Luciana Pisu - Università di Genova -).

È chiamato come associato dalla Facoltà di Economia dell’Università di Salerno e come straordinario (nel 2005) prima dalla Facoltà di Economia di Salerno e poi dalla Facoltà di Scienze Politiche della Seconda Università di Napoli. Dal 2008 al 2018 è stato Professore ordinario di Diritto privato presso il Dipartimento di Scienze Politiche "Jean Monnet" dell'Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli (ex Seconda Università di Napoli) ove ha insegnato anche Diritto civile e Teoria e politica del diritto civile. Dal 2019 è Professore ordinario di Diritto privato nel Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università della Campania Luigi Vanvitelli, ove insegna Diritto civile e Teoria dell'interpretazione.

Ha insegnato Diritto privato, Diritto civile e Diritto dell’informatica nell’Università di Salerno (presso le Facoltà di Economia, Informatica e Scienze Politiche), nonchè diritto civile presso la Scuola di Specializzazione per le professioni legali dell'Università Parthenope di Napoli. Insegna, altresì, diritto delle successioni nella Scuola di Specializzazione in diritto civile dell’Università di Camerino e diritto civile presso le Scuole di Specializzazione per le professioni legali dell’Università LUMSA di Roma e dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli.

Avvocato iscritto all’albo - elenco speciale dei Professori Universitari a tempo pieno - dell’ordine degli avvocati di Napoli dal 2004, ha svolto attività professionale presso lo Studio Legale Irti e successivamente lo Studio Legale Astolfo Di Amato e Associati.

È socio fondatore della S.I.S.Di.C. (Società Italiana degli Studiosi del Diritto Civile), dal 2007 è membro laico della Commissione Studi Civilistici del Consiglio Nazionale del Notariato

Presidente dal 2013 al 2018 del Corso di Laurea Magistrale in Scienze della politica dell'Università della Campania Luigi Vanvitelli.

E' stato vicecoordinatore da aprile 2011 a gennaio 2014 del dottorato di ricerca I problemi civilistici della persona dell'Università del Sannio, componente del Collegio dei docenti del dottorato di Diritto comparato e processi di integrazione della Seconda Università di Napoli, membro del Collegio dei docenti del dottorato in Diritto comparato, privato, processuale civile e dell'impresa dell'Università degli Studi di Milano, componente del Collegio dei docenti del dottorato Diritto e Istituzioni economico-sociali: profili normativi, organizzativi e storico-evolutivi dell'Università Parthenope di Napoli. Attualmente è membro del Collegio dei docenti del dottorato Ordine giuridico ed economico europeo dell'Università degli Studi "Magna Graecia" di Catanzaro.

Presidente e socio fondatore dell'Associazione Dottorati di diritto Privato. L'A.D.P. ha lo scopo di promuovere lo studio e la collaborazione scientifica tra dottorati e tra dottorandi, svolgere funzioni di coordinamento dei relativi corsi, organizzare seminari, favorire iniziative comuni e sinergie al fine di sviluppare e migliorare la didattica, la ricerca e l’autovalutazione. L'Associazione istituisce premi, promuove collaborazioni, anche internazionali, con enti di ricerca e imprese.

Socio dell'Instituto de Derecho Iberoamericano (I.D.IBE.).

Vincitore per due volte del Premio "eccellenza scientifica" della S.I.S.Di.C. - Società Italiana degli Studiosi del diritto civile - nel 2012 (VERBALE) e nel 2017 (VERBALE).

E' stato relatore in numerosissimi Convegni e Seminari, organizzati in Italia e all'estero, in àmbito Accademico, Forense e Notarile. Visto il numero elevato sarebbe ultronea una puntuale elencazione.

Ha partecipato (in qualità di Coordinatore, Responsabile o Componente) a numerosi Progetti di ricerca nazionali e internazionali in tema, tra l'altro, di: Nuove tecnologie e tutela della persona; Costituzione europea e contratti di impresa; Teoria della contrattazione e teoria dell'interpretazione; Corti, dottrina e società inclusiva: l'impatto dei formanti dottrinali sulle Corti di vertice; Persona, Impresa e Mercato; Abuso delle situazioni soggettive; L'operatività dei principi di ragionevolezza e proporzionalità in dottrina e giurisprudenza; Libertà di disporre, interessi "familiari" e pianificazione ereditaria; Autonomia negoziale e Autorità indipendenti; Contratto, testamento e mercato; L'arbitrato di famiglia.

È componente del Comitato Scientifico (per il quinquiennio 2017-2022)  del Centro di Ricerca "La dottrina della giurisprudenza" dell'Università degli Studi "Magna Graecia" di Catanzaro. 

È autore e curatore di numerose pubblicazioni, alcune delle quali tradotte in altri Paesi (vedi Saggi e Pareri, Monografie, CommentariCuratele e Manuali). Molte delle tesi contenute nei suoi scritti, pur se originali e controcorrente, sono state successivamente condivise dalla dottrina, dalla giurisprudenza (di merito e di legittimità) e dal legislatore.

Si segnala l’altrettanto assiduo impegno nel campo editoriale:

Vice Presidente della casa editrice Edizioni Scientifiche Italiane. 

Fondatore e direttore delle riviste, e relative collane, Diritto delle successioni e della famiglia e The Italian Law Journal. 

Responsabile della valutazione della Rassegna di diritto civile.

Membro del comitato di valutazione della Rivista giuridica del Molise e del Sannio e de Il diritto della famiglia e delle persone. 

Fondatore e coordinatore dal 2012 della nuova serie della rivista Il Foro Napoletano e dei relativi Quaderni.

Componente del comitato di direzione de Le Corti Salernitane, di cui è stato fondatore nel 2004, nonché del comitato scientifico della Rivista di diritto dell'impresa e delle riviste Diritto e processo tributario e Notariato.

Membro del comitato scientifico delle collane: Triperuno. Diritto, Società, CriticaImpresa Ambiente ManagementAmbiente e mercato, nonché della collana del Dipartimento di Scienze politiche Jean Monnet dell'Università della Campania Luigi Vanvitelli.

Componente del comitato scientifico del Trattato di diritto civile del Consiglio Nazionale del Notariato

Fondatore e direttore delle collane Cultura giuridica e rapporti civiliIus Commune Europaeum e Sistemi Italo-Francofoni e Quaderni di Studi Notarili.

Curatore della collana delle Ristampe della Scuola di specializzazione in diritto civile dell'Università di Camerino.

Membro del comitato scientifico della collana Regole e Mercati, del Trattato di diritto dell'arbitrato, nonchè di alcuni volumi della collana Percorsi.

Fondatore e Direttore della collana dell'Associazione dei Dottorati di Diritto Privato (A.D.P.).

Membro del comitato scientifico della Revista semestral Actualidad Jurìdica Iberoamericana e della Revista Boliviana de Derecho.

Componente del comitato scientifico della collana Estudios de derecho civil.

E' figlio di Pietro Perlingieri (1937), insigne giurista italiano, e nipote di Giovanni Perlingieri (1906-1972), deputato e membro dell’Assemblea Costituente.